1. Home
  2.  » 
  3. Magazine
  4.  » Artemisia erba medica (AIYE)

Artemisia erba medica (AIYE)

L’artemisia, erba perenne, appartiene alla famiglia delle composite Tubuliflore.

“dove non arriva l’agopuntura può arrivare la moxa.”
Huangdi neijing

L’artemisia definita in Cina erba dei medici , entra nella farmacopea come elemento base della Moxibustione.

L’artemisia, erba perenne, nasce e cresce in maniera spontanea in tutto l’emisfero boreale, ma si trovano in Italia circa 20 specie di artemisia vulgaris, cresce nei terreni lasciati incolti o sul ciglio della strada, si utilizzano le foglie ei fiori, raccolti in epoca estiva (giugno e settembre).

In Italia è conosciuta come artemisia delle siepe ed il nome deriva dalla dea greca Artemide citata da Plinio.

L’ artemisia viene raccolta in estate e le sue foglie vengono essiccate con arte sapiente, macinate in un processo di raffinazione molto lungo per eliminare gli scarti, fino ad arrivare ad una consistenza molto simile ad una lanugine (lana di moxa), essiccata in luoghi asciutti e conservata in appositi spazi, sarà di maggiore qualità in relazione al suo tempo di stagionatura.

Bruciando svilupperà un calore moderato e penetrante nella cute.  Attraverso il suo lento bruciare, è il calore benefico che si nota in primis, ma non è il solo elemento determinante per far si che la moxa sia un trattamento considerato medicamentoso. Trasmette tramite la fumigazione, virtù terapeutiche dalla pianta all’organismo. Inoltre la combustione dell’artemisia ha un azione battericida grazie al suo alto contenuto di olii volatili.

Le virtù antiche dell’artemisia

Le virtù dell’artemisia sono state descritte ampiamente in opere classiche come “il libro dei medici famosi” (mingyi bielu). In Cina e in tutte quelle aree geografiche orientali la moxibustione si utilizza anche oggi come ampio e valido presidio per la prevenzione e invigorimento della salute. In un recente passato è arrivata anche nell’emisfero occidentale, sapienti medici agopuntori negli ultimi 50 anni hanno selezionato ed elaborato tutta l’antica conoscenza, che li ha condotti, negli ultimi 25 anni, ad una nuova metodica vicina alla nostra visione occidentale naturopatica.

Gli utilizi dell’artemisia

Utilizzata come preparato fitoterapico ha un azione:

  • nervina
  • tonica antiepilettica
  • febbrifuga.   

Le indicazioni della moxibustione possono essere riassunte in tutte quelle sindromi dei meridiani e degli organi interni in stati cronici e in determinati stati acuti: stasi di qi, sangue e flegma, deficit di milza e rene, sindromi bi, squilibrio del triplice riscaldatore (eccesso p.s. del corpo e deficit p.i. del corpo) deficit dello yang sindromi da freddo o calore, deficit o eccesso, secondo i criteri della mtc con una adeguata quantità di coni, sigari diretta o indiretta.

L’utilizzo delle tecniche di MTC e quindi della moxibustione è raccomandata solo ad operatori formati ed esperti i suoi usi devono seguire una corretta visione dell’individuo secondo la differenziazione delle sindromi che impongono per una valida risposta la conoscenza della medicina tradizionale cinese.

Mita Di Giandomenico è Consulente olistico e del benessere, Operatore olistico, Riflessologa, Consulente di attività motoria rieducazione e benessere, Operatrice specializzata in tecniche di MTC.

Per contattarla guarda la sua pagina personale

SINERGIE DI PROFESSIONISTI

Articoli recenti